...ai compiti ci pensiamo noi!
Nel nostro MEGA
CENTRO ESTIVO...!!!


Scuola dell'infanzia PARITARIA Asilo nido Aut.Com.

Il nostro Nido

Bambini da 1 a 3 anni

bambina mani colorate

 

I bambini di questa fascia di età, hanno uno spazio separato e riservato dal resto del contesto scolastico, dove si trova un bagnetto strutturato attentamente nell'interesse della sperimentazione e autonomia del bambino proprio come tutti gli altri spazi.Il più delle volte si accingono alla loro prima esperienza che implichi il saluto alla mamma e l'affidamento a persone "estranee",che dovranno prendersi cura di lui nel rispetto della sua individualità,e della suo essere parte integrante di un gruppo.Particolare riguardo quindi va dato al periodo iniziale quando il genitore affida il proprio figlio ad un ambiente in cui lui potrà confrontarsi con un adulto diverso e con il gruppo dei pari.La durata di questo periodo e assolutamente dettata dai tempi di ogni bambino e dai tempi di ogni genitore. L'educatore e gli insegnanti in genere sono la prima figura adulta, esterna all'immediata cerchia famigliare che svolga un ruolo importante nella vita del bambino.Sono potenzialmente in grado di modificare il comportamento del bambino e hanno un influenza notevole sulla socializzazione.Il lavoro durante l'inserimento richiede attenzione e professionalità, infatti se non è difficile proporre passatempi che tengano occupato un bambino, occorrono capacità e conoscenze notevoli per inventare passatempi capaci di aiutare lo sviluppo psicofisico,emotivo,conoscitivo e della socievolezza del bambino.Le attività vanno svolte sul ritmo del piccolo non si dà alcun tempo per nessuna di esse.E' importante imparare a riconoscere la validità e l'entusiasmo di fare uso degli elementi spontanei e naturali.Non si aspetta però seduti che tali avvenimenti arrivino,è opportuno stilare dei programmi per tutti i tipi di esperienza,nella misura in cui questi siano importanti per il bambino rendendo l'esperienza più realistica possibile.Quando poi un evento spontaneo arriverà ad integrare l'insegnamento,rafforzerà la comprensione che ha il bambino del mondo che lo circonda,più che confonderlo.All'inizio è consapevole solo di se stesso:sà quando ha fame,quando stà male,quando è coccolato.La sua consapevolezza aumenta di giorno in giorno ed egli impara a mettere il suo corpo e le sue capacità in relazione con l'ambiente.Egli accresce la fiducia in se stesso mediante esperienze vissute in prima persona,impara facendo,perchè ciò che fà diviene parte delle sue conoscenze:ogni esperienza viene interiorizzata sotto la forma di un'immagine mentale e di una strategia d'azione.Le immagini e le strategie vengono combinate e riassestate via via che il bambino impara dall'esperienza.

Tanto più il bambino si conosce tanto più è stimolato all'uso della lingua,e scopre le definizioni delle varie cose che si trovano nel suo ambiente,progredendo secondo un ritmo proprio.Le acquisizioni si susseguono quasi sempre nello stesso modo,ma la velocità dei progressi varia di molto per ciascun bambino.Nessuno si preoccupa delle differenze riguardo all'età in cui impara a camminare,o mette i primi dentini,ma le stesse differenze si riscontrano per il linguaggio che và collocato nell'insieme delle acquisizioni del bambino:attenzione,sentimenti,motricità,percezione.Non si può comprendere nulla del linguaggio se lo si isola dal resto.

Chiaramente al bambino non basterà incollare un etichetta per prendere definitivamente il nome dell'oggetto,la denominazione avviene durante la costruzione del lessico e ha il pregio di costituire una sorta di grande gioco intellettuale:se il bambino potesse avere sin dal principio una funzione d'insieme questo gioco gli apparirebbe come una scoperta inebriante.Tutto ha un nome e tutti i nomi si organizzano in serie,in corrispondenze che vengono svelate poco a poco.Una fantastica avventura intellettuale.

Ma nella realtà il bambino non ha la minima idea dell'obiettivo ad raggiungere e delle strategie da utilizzare per fare le sue scoperte,progredisce passo dopo passo,sbagliando spesso e riaggiustando continuamente il tiro.

di ALBERTINI EMANUELA | 8, Via M.Te Vettore - 00012 Guidonia Montecelio (RM) - Italia | P.I. 05325441003 | Tel. +39 0774 365155   - Cell. +39 328 9783297 | scuolasoleluna@soleluna.org | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy